Cina: I 10 scenari naturali più belli

Cina: I 10 scenari naturali più belli

Cina: I 10 scenari naturali più belli

La Cina, grazie ad un’estensione di ben 9.596.961 km², vanta all’interno del suo territorio, una varietà paesaggistica comune a pochi Paesi;

Ecco i 10 scenari naturali più belli:

10) Huangshan – Le montagne Gialle

I Monti Huangshan (Huáng Shān) ,letteralmente “Montagne Gialle”, sono una catena montuosa della Cina orientale nella provincia di Anhui. Spesso utilizzati come sfondo per dipinti e storie della letteratura cinese, nel 1990, i monti, sono stati inseriti nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Lo scenario mozzafiato delle formazioni rocciose acquisisce ulteriore bellezza grazie ai caratteristici pini ultrasecolari e al “mare di nuvole”, effetto ottico grazie al quale le vette dei monti, situate al di sopra delle nuvole, appaiono come scogli in mezzo al mare.

01 huangshan

9) Dongchuang – La Terra Rossa

Nella meravigliosa regione dello Yunnan 云南 (Yúnnán), a circa 250 km dalla capitale Kunming, si trovano i suggestivi campi terrazzati di Dongchuang caratterizzati da un colore rosso bruno dovuto ad un’alta concentrazione di ferro e rame che, esposti ad un clima umido e caldo, si ossidano e colorano la terra determinandone l’inconsueto colore.

14 dongchuan

8) Guilin e la crociera sul fiume Li

Guilin (桂林 Guìlín) letteralmente “Foresta di Cassia” è una città cinese situata a Nord-Est della provincia del Guanxi. Essa è considerata dai cinesi senza eguali per la bellezza dei monti e dei corsi d’acqua. Percorrendo il letto del fiume Li (漓江,  Lí Jiāng), ci si ritrova davanti ad uno degli scorci più suggestivi di sempre: centinaia di colline verde smeraldo costeggiano il fiume dando vita ad un paesaggio carsico raro e suggestivo.

05 Guilin

 7) La campagna in fiore di Luoping

La campagna di Luoping (罗平 Luópíng), prefettura di Qujing, nella regione dello Yunnan 云南 (Yúnnán), a primavera si ricopre interamente di un manto monocolore. A colorare di giallo brillante i terreni sono le infinite piante di colza in fiore. L’effetto, che richiama i quadri di Seurat, è a dir poco straordinario.

SONY DSC

6) Kunming – La foresta di Pietra

A circa 120 km dalla città di Kunming, capoluogo della provincia dello Yunnan, si erge un gruppo di formazioni calcaree detto la “Foresta di pietra” (石林 Shílín). Le rocce, come alberi pietrificati, si ergono verso il cielo e conferiscono al luogo un aspetto magico e incantato.

07 Kunming

5) Cascata di Huangguoshu

Nota anche come “Via Lattea in miniatura”, la cascata più grande d’Asia si trova a 45 chilometri da Anshun nella provincia di Guizhou nel Parco Nazionale ad essa dedicato. Le sue acque, che si gettano nel fiume Baishui da un’altezza di 74 metri, vantano una larghezza di ben 81 metri. Lo spettacolo naturale acquisisce ancora più potenza durante la stagione estiva e autunnale, periodi in cui la portata delle acque è maggiore.

10 Huangguoshu waterfall

4) L’isola di Hainan

Ribattezzata “Le Maldive del Paese di Mezzo” l’isola, che prende il nome dall’ omonima provincia del Sud Est cinese ed è la più grande della Cina dopo Taiwan. Il clima, la sabbia bianca e la vegetazione tropicale ne fanno un luogo di culto per il turista cinese bisognoso di relax.

08 Hainan Island

3) Le terrazze di riso di Yuanyang

Se è vero che le terrazze coltivate in Cina sono piuttosto comuni, è anche vero che quelle di riso di Yuanyang (ancora una volta nello Yunnan) sono le più belle di tutto il territorio. Realizzate fin dai tempi più antichi dalla Popolazione Hani, i campi hanno avuto ed hanno un ruolo di vitale importanza nel sostentamento del popolo. Il panorama offerto diventa ancora più suggestivo durante i mesi di irrigazione (Febbraio e Marzo), quando l’acqua dei campi riflette i raggi solari creando sorprendenti giochi di luce.

yuanyang3

2) Il Parco Forestale Nazionale Zhangjiajie

E’ nella provincia dello Hunan (湖南 Húnán) che si ergono le vette che hanno ispirato i monti Hallelujah del film Avatar. I pinnacoli rocciosi scolpiti dall’erosione insieme a ruscelli limpidi, grotte calcaree e fitte foreste è considerato, non a torto, tra i più suggestivi parchi nazionali cinesi.


11 Jiangjiajie

 2) Valle di Jiuzhaigou

Guardando la foto non ci può sorprendere che i cinesi chiamino questa valle del Sichuan (regione dei panda) “Il Paradiso in Terra”. Il mistero del colore delle acque, dai colori così brillanti da far sembrare ogni foto artefatta, trova la sua chiave nella morfologia di tipo carsico della zona: le acque dei laghi sono ricche di particelle di calcio, magnesio e acido carbonico che riflettono con potenza i colori della natura a ciò si aggiungono più di 200 specie di alghe variopinte che contribuiscono a rendere  i colori dell’acqua estremamente vari e brillanti. Data l’indiscutibile bellezza del posto, non è facile consigliare una stagione in cui visitarlo; tuttavia il contrasto tra neve e ghiaccio con il colore delle acque cangianti, fa dell’inverno a Jiuzhaigou (九寨沟) un momento imperdibile per ammirare questo raro panorama incantato.

jiuzhaigou 0

 1) Le montagne colorate Danxia di Zhangye

Nella provincia del Gansu, nei pressi di Zhangye, si estende il rilievo Danxia e l’omonimo parco geologico nazionale. Le montagne si innalzano per circa 300 chilometri quadrati regalando uno scenario meraviglioso. Nel corso di 24 milioni di anni, i movimenti interni alla crosta terrestre e l’ erosione operata dagli agenti atmosferici hanno modellato la morfologia delle rocce, mentre depositi di arenaria e di minerali, accumulati nel tempo, ne hanno determinato gli incredibili colori. Il risultato è dir poco surreale…

SONY DSC

Si conclude qui il nostro viaggio virtuale nell’incantevole diversità del Paese di Mezzo. Nell’impossibilità di stilare una vera classifica e di eleggere lo scorcio migliore, mi sono limitata ad elencare e a selezionare quelli che per me rappresentavano i paesaggi più suggestivi.

Sperando che il tour sia stato di vostro gradimento, vi do appuntamento al prossimo articolo, vi segnalo i corsi estivi per una vacanza studio in Cina di LTL  e vi rinnovo gli auguri di un’estate beata.

Mariantonietta Fornabaio

 

Share Button

0 Comments

Leave A Reply