Qīngmíng jié: La Cina e il Giorno degli Antenati

Qīngmíng jié: La Cina e il Giorno degli Antenati

Qīngmíng jié – Il giorno degli Antenati

Ogni anno, quindici giorni dopo dell’Equinozio di primavera, in Cina si celebra il 清明节 (Qīngmíng jié)  Giorno degli Antenati o della Pulizia delle Tombe. La ricorrenza, quindi cade sempre tra il 4 ed il 6 aprile e rappresenta per la famiglia cinese un momento di raccolta e comunione.

Qīngmíng jié: Il rito

Il giorno della ricorrenza ci si reca, di primo mattino, al cimitero. Sono 3 le fasi principali del rituale:
La prima prevede la pulizia della tomba. Si estirpano le erbacce e si spolvera la lapide.  Quando la tomba è pulita, si accendono dei bastoncini di incenso che vengono poi piantati nel terreno a delimitare il luogo di preghiera.

La preghiera costituisce la seconda parte del rituale: ogni membro della famiglia, a turno, si avvicina alla tomba ed onora il defunto.

La terza parte prevede le offerte all’antenato defunto. I beni offerti possono essere cibo, fiori o soldi o altri oggetti di carta. Alla fine della cerimonia i membri della famiglia si raccolgono attorno alla tomba e lanciano in aria bigliettini di carta.

qingmingjie

Qīngmíng jié versione 2.0

Nell’era del boom economico cinese, anche durante il Giorno degli Antenati, viene data molta enfasi all’ aspetto materialista del rituale: non è infatti raro vedere offerti in dono Ipad, Merchedes, cellulari di carta ecc… Le offerte, di cui gli avi beneficeranno durante il corso della loro vita ultraterrena, servono a garantire benedizione ai familiari ancora in vita, speranzosi di ricevere ricchezza e fortuna in cambio. L’originaria ragione della ricorrenza, affonda le sue radici nel pensiero confuciano, ma nel corso degli ultimi anni le modalità di manifestare il sentimento di rispetto verso gli antenati sono state completamente stravolte.

Qualora non si avesse l’opportunità di recarsi al luogo in cui sono sepolti i propri avi, vi sono altre
attività tipiche del Qīngmíng jié : In genere la giornata, di solito bella, perché nel pieno della primavera, viene passata all’aperto, si effettuano passeggiate in campagna, si fanno volare aquiloni ed in genere si consumano pasti freddi (tra cui uova) in quanto, secondo la tradizione,in questo giorno non è consentito cucinare.

qingmingjie 02

Qīngmíng jié in viaggio

Nei tre giorni riservati alla celebrazione della festa si effettuano anche viaggi presso le località più calde della Cina come Guilin, Xiamen o nella provincia del Fujian. Tra le esperienze più suggestive citiamo la tradizionale raccolta del té Long Jing ad Hangzhou, fatta con cura e dedizione da donne che collezionano le profumate foglie nei tipici cestini intrecciati o quella del Tè Oolong nella provincia del Fujian.

qingmingjie 02

Mariantonietta Fornabaio

Share Button

0 Comments

Leave A Reply