Halloween Vs Il giorno dei Fantasmi Cinese

Halloween Vs Il giorno dei Fantasmi Cinese

Come di consueto il 31 Ottobre in USA, Irlanda, Australia, UK e ormai buona parte dell’Occidente si festeggia la Notte di Halloween. Quella che in cinese viene chiamata “万圣节”  (Wànshèngjié ) è una festa che fatica a riscuotere la stessa popolarità del Natale nel Paese di mezzo, nonostante anch’ essa preveda il consumo di dolciumi, l’acquisto di gadget improbabili e soprattutto l’utilizzo di costumi variopinti… e allora cosa c’è che non va?

Diciamo pure che buona parte della popolazione cinese conserva ancora uno stretto legame con le tradizioni e le superstizioni ad esse legate e che il ritorno momentaneo degli spiriti sulla Terra non viene visto come un’occasione da celebrare.

edd67079

Ciò che molti ignorano è che tra le ricorrenze tradizionali cinesi se ne annovera una chiamata “Il giorno dei Fantasmi” 鬼节 (Guǐ jié). Secondo le credenze popolari, ogni 15° giorno del 7° mese del Calendario Lunare Cinese (attorno alla metà di Luglio) le porte dell’inferno si aprono e le anime dei morti errano sulla Terra. Per proteggere i propri cari dal male, i cinesi bruciano incensi ed offrono soldi di carta e cibo alle anime che pensano di aver trascurato, con la speranza di placare la loro fame.

Se questo tipo di venerazione vi ricorda quella del “Giorno degli Antenati”清明节 (Qīngmíng jié), va precisato che, a differenza della ricorrenza celebrata nel mese di aprile, lo spirito con cui si affronta “Il giorno dei Fantasmi” è certamente meno rilassato e l’obiettivo principale della giornata non è quello di attirare l’attenzione dei defunti, bensì di eludere ogni tipo di contatto con essi. Le precauzioni, superstiziose, affinché ciò avvenga, non sono poche:

Al contrario di quanto avviene in Occidente durante la notte delle streghe, nel giorno dei fantasmi si evitano le uscite notturne per evitare di incontrare gli spiriti, non si scattano foto per scongiurare il rischio di essere immortalati insieme ad un’anima errante perché ciò porrebbe le basi per una futura possessione sovrannaturale.

È altresì sconsigliato toccare i muri, in quanto è attraverso di essi che si spostano i fantasmi, stendere il bucato perché qualora gli spiriti provassero uno degli indumenti stesi, trasferirebbero la cattiva sorte al suo possessore. Si dovrebbe, inoltre, evitare di celebrare matrimoni o di festeggiare compleanni: potrebbe essere di cattivo auspicio.

LTL ghosts

E se durante la notte di Halloween i bambini continuano ad esclamare divertiti “Dolcetto o Scherzetto?” “不给糖就捣乱” ( Bù gěi táng jiù dǎoluàn) , durante il giorno dei Fantasmi, ad accompagnare adulti e bambini cinesi c’è un solo mantra: “不做亏心事,不怕鬼敲门” (Bú zuò kuīxīn shì, bú pà guǐ qiāo mén): I fantasmi non bussano alla porta di chi non ha fatto nulla di male.

Con la speranza che passiate una misteriosa, tenebrosa e divertente notte di Halloween, vi invito a leggere i nostri Racconti del Terrore… made in China e a consultare il nostro Glossario di Halloween in Cinese.

万圣节快乐!(Wànshèngjié kuàilè) – Felice Halloween a tutti,

Mariantonietta Fornabaio