Stage in Cina: l’Esperienza di Antonella

Stage in Cina: L’esperienza di Antonella.

Sono sempre più numerosi gli studenti che decidono di partire per un’esperienza di Stage in Cina. Ecco la testimonianza diretta di Antonella Napolitano, ventiquattrenne italiana che ha deciso di volare a Pechino per cominciare la sua impagabile esperienza di tirocinio all’estero.

Ciao Antonella, presentati brevemente.
mmexport1458730135967Ciao a tutti mi chiamo Antonella, sono una ragazza di 23 anni del Sud Italia. Mi sono laureata all’ Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, dove ho studiato inglese e mi sono avvicinata allo studio del cinese. In seguito alla laurea ho preso la coraggiosa decisione di partire per la Cina perché credevo, e credo ancora, che l’unico modo per apprendere una lingua sia sul posto. Penso sia la decisione migliore che potessi prendere in vita mia.

Raccontaci del tuo Stage

Ho lavorato presso EventBank, una compagnia SaaS che integra in un’unica piattaforma CRM, email, organizzazione di eventi, finanze e tanto altro ancora. Mi è stata affiancato l’International Business Development Manager, Kristen Carusos, che mi ha guidato e insegnato tutto ciò che poteva durante il mio percorso lavorativo, aiutandomi a crescere in tutti i sensi. In quanto membro fondatore del “Beijing’s Women Network”, Miss Carusos mi ha introdotta in quest’associazione di oltre 500 donne in carriera di nazionalità straniera e cinese, pronte a condividere le loro esperienze lavorative ed aiutarsi a vicenda. mmexport1454221025033

Di che cosa ti occupavi nello specifico?

Durante il mio stage presso EventBank mi occupavo di diverse mansioni tra cui: marketing, ricerche su nuovi e potenziali clienti, assistenza durante gli eventi, aggiornamento giornaliero dei social media, scrivere post su WeChat, assistere i clienti, svolgere ricerche sulla concorrenza al fine di migliorare le prestazioni del prodotto e soddisfare tutte le richieste del CEO. Ogni giorno c’era molto da fare e le mie giornate erano molto movimentate e mai uguali.

Cosa pensi di aver appreso da questa esperienza?

Il traguardo più importante che ho ottenuto da questo stage, oltre all’arricchimento lavorativo è stato quello personale. Affrontare i problemi, in una lingua diversa dalla mia e riuscire a trovare a una soluzione, ha sicuramente accresciuto la mia autostima e l’ambizione personale.

Come descriveresti il rapporto con i tuoi colleghi?

L’ambiente lavorativo mi ha anche dato l’opportunità di conoscere le persone più significative della mia esperienza in Cina, i miei colleghi, che sono stati la mia piccola, confortevole famiglia a Pechino. Sono persone gentili e premurose, pronte sempre ad ascoltarmi e soprattutto a darmi dei consigli sul lavoro. Non amo definirli colleghi, ma amici.10.pic

Quale consideri il momento più memorabile e significativo del tuo stage?

Tutto il mio stage è stata un’esperienza memorabile. Il momento più significativo però è stato sicuramente quando ho partecipato insieme ai miei colleghi a uno dei più grandi eventi di Pechino: “All Chamber Welcome Back Networking Event”. Ho avuto l’opportunità di conoscere imprenditori e  persone provenienti da qualsiasi parte del mondo, pronte a condividere la loro esperienza personale e lavorativa, tutti venuti a Pechino per dar vita ad un progetto o semplicemente a reclutare del personale. E’ stata una delle serate più memorabili del mio soggiorno a Pechino.

Lo rifaresti?

Se lo rifarei? Certo! Sono stata molto fortunata ad essere scelta per uno stage come questo. Ho assistito alla crescita della Start Up per cui lavoravo e  sono felice di aver dato un contributo, nel mio piccolo, a questa crescita.

Credi che quest’esperienza ti sarà utile in futuro?

Io credo fermamente che uno stage all’estero, accompagnato da uno studio specifico, sia indispensabile per la propria carriera. Dopo aver inserito questa esperienza nel mio CV, diverse compagnie si sono messe in contatto con me chiedendomi di sostenere un colloquio.

Che consigli daresti a chi pensa o ha in programma di partire per la Cina per lanciarsi in un’esperienza di Stage simile alla tua?

Il mio consiglio per chi decide di cominciare uno stage in Cina è quello di valutare bene il settore in cui si sceglie di lavorare, di non aspettarsi una retribuzione certa, di tenersi pronti ad affrontare delle ore extra, e di ritrovarsi a svolgere mansioni diverse da quelle che ci si aspetta. Nonostante ciò, ogni piccolo dettaglio sarà indispensabile per creare una più forte personalità e una ricca carriera.
Grazie Antonella per averci fatto conoscere la tua esperienza di Stage in Cina. In bocca al lupo per un radioso futuro e… 加油!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *